Archivi del mese: marzo 2012

Report settimanale settimana 157

Perché condivido il serio tentativo di riforma elettorale e costituzionale

Ritorno brevemente sulla riforma elettorale. Cosa penso lo trovate in questo filmato di Youdem:

Faccio però qualche breve precisazione ulteriore scritta su democraticità, seclta dei rappresentanti e del Governo:
1- Il Pd nella Direzione di Lunedì scorso (prima del vertice dei segretari della maggioranza) ha discusso e approvato all’unanimità la relazione del segretario Bersani in cui si spiegava il senso dell’iniziativa del Pd che per superare il Porcellum non può consistere nel bloccarsi sull’ottima posizione di partenza (collegio uninominale a doppio turno). Nel metodo non si può quindi dire che il Pd stia tradendo alcunché;
2- Nel merito è difficile contestare, sulla scelta dei rappresentanti, la soluzione di cui si parla: collegi uninominali e piccole liste, la stessa che stava nel Mattarellum, su cui sono state raccolte le firme del referendum;
3- Nel merito, rispetto alla questione della scelta del Governo, non è affatto vero che il Pd abbia mai accettato la soluzione della proporzionale tedesca (pura sopra lo sbarramento, che la negherebbe), sta invece premendo per seri correttivi maggioritari che fin qui sono al centro delle trattative. Ci si ripete in maniera ossessiva la questione della chiara scelta delle coalizioni, ma le coalizioni obbligate (tranne che nella impotente legislatura 2001-2006) non sono mai le stesse che hanno chiuso la legislatura e qualsiasi ipotesi deve tenere conto che quelle vecchie si sono rotte con la formazione del governo Monti e che si potranno riformare solo su base rigorosamente politica, non per rigido vincolo. Il bipolarismo va rifondato a partire dal ruolo dei partiti a vocazione maggioritaria intorno a cui si devono ricostruire le coalizioni.
Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in diario

Lunedì prossimo si svolge a Firenze il convegno di Legautonomie su “Le città e l’istituzione penitenziaria”, il cui programma dettagliato si trova qui:

http://www.legautonomie.it/Agenda/Le-citta-e-l-istituzione-penitenziaria

Questo è il testo della mia relazione

Il diritto dei detenuti nella Costituzione

di Stefano Ceccanti

Firenze, 2 aprile 2012

Premessa- Partire da Paul Ricoeur

Se leggiamo una delle Costituzioni degli Stati democratico-sociali, come la nostra, dobbiamo cercare anzitutto di coglierne l’ispirazione di fondo attraverso gli enunciati di articoli e commi, ma senza trattarla come se fosse un testo inerte, sapendo vedere al di là di essi, ricercando le loro matrici.

Sulla materia oggetto di questo breve contributo penso di aver trovato la chiave di lettura complessiva migliore, che le illustra adeguatamente, in alcuni testi di Paul Ricoeur, raccolti ora da Luca Alici: “Il diritto di punire” per Morcelliana.
Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in documenti

Riforma elettorale: strada giusta e migliorabile, da Europa di oggi

Strada giusta e migliorabile
Parliamoci senza tecnicismi. È evidente che a questo punto l’alternativa al sistema tedesco con correttivi maggioritari è solo il mantenimento del Porcellum. Chi vuole opporsi dovrebbe assumersi le responsabilità di tale scelta. Una scelta che porterebbe a conseguenze prevedibili: una costrizione fortissima a ricomporre la coalizione Pdl-Lega e a mettere insieme senza nessuna seria verifica Pd, Sel e Idv. Il Terzo polo andrebbe solo nella speranza di essere determinante dopo il voto al senato.
A quel punto si aprirebbero due scenari: o il tentativo terzopolista funzionerebbe e avremmo da subito un nuovo governo tecnico pilotato dal nuovo presidente della repubblica oppure la coalizione vincente sopravviverebbe qualche mese fino alla prima vera decisione e anche lì risbucherebbe il governo tecnico.
Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in diario

Riforma elettorale: una scheda per capire e migliorare

Verso il nuovo sistema elettorale tedesco con correttivi maggioritari: capire e, se possibile, migliorare sulla base delle proposte Astrid

Scheda di Stefano Ceccanti a partire dalle caratteristiche delineate dal comunicato di ieri dei segretari e dai dettagli già conosciuti a confronto con le proposte Astrid (in neretto nel testo Astrid la principale differenza). Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in diario

Mio articolo su coppie di fatto su Unità di oggi

http://newrassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna&currentArticle=1CR6SW

1 Commento

Archiviato in diario

Il comunicato stampa dei segretari della maggioranza sulle riforme

Il comunicato stampa dei segretari della maggioranza sulle riforme
–RIFORME. ABC: OK A ITER PARALLELO ISTITUZIONALI ED ELETTORALE

(DIRE) Roma, 27 mar. – Al termine dell’incontro tra Pdl, Pd e Terzo Polo si e’ convenuto sulla necessita di incardinare
parallelamente la riforma della Costituzione e la legge elettorale. E’ quanto si legge in una nota diffusa al termine
dell’incontro. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in diario

Nuovo numero di Qdr Magazine

È on line il n. 54 di qdR, il webzine dei riformisti italiani, quelli che vogliono cambiare tutto e subito.
• Su lavoro, sul Pd e su altri misfatti di Tommaso Nannicini
• Il lavoro è l’Armageddon del Pd di Luigi Marattin
• La decisione democratica di Monti di Claudio Petruccioli
• Concertazione vuol dire consociativismo di Fasano & Rodriguez
• L’equivoco diabolico sul lavoro di Fabio Scarsi
• Facciamo come Schroeder sul lavoro di Leonardi & Pallini
• Insensato riformare il lavoro a metà di Alessia Parlatore
• Si esce “montani” da Monti di Dario Parrini
• The road we’ve traveled di Paolo Guarino
• Gli oligarchi di Confidustria di Marco Martorelli
• L’anomalia della regione Lombardia di Emilio Russo
• Se Davide (Faraone) si allea con Golia (Orlando) di Marco Campione
• Scalzo alla meta? di Manuela Sammarco
• E’ un’iniziativa di LIBERTA’eguale.

Lascia un commento

Archiviato in diario