La newsletter di www.libertaeguale.it

Ecco la nostra newsletter n.13.
Se vuoi iscriverti scrivi a staff@libertaeguale.it

Cara amica, caro amico

Ti segnaliamo due appuntamenti:

Venerdì 1 aprile Libertàeguale Milano presenta l’iniziativa “Ruolo e prospettive della grande Milano nel contesto italiano e internazionale” coordinata da Filippo Barberis con la partecipazione di Beppe Sala, Tommaso Nannicini, Alessia Mosca, Michele Salvati, Giuseppe Longhi, Daniela Mainini, Fiorenza Bassoli, Natale Cremonesi, Marco Leonardi, Carmelo Marazia, Erminio Quartiani, Roberto Sarfatti, Sara Valmaggi.
Venerdì 8 aprile si svolgerà, sempre a Milano, la presentazione del libro di Stefano Ceccanti “La transizione e’ (quasi) finita” a cura di Libertàeguale, il comitato referendario Milano sì in collaborazione con Gruppo consiliare Pd zona1. Interverranno, oltre all’autore, Emanuele Fiano, Marilisa D’Amico, Lia Quartapelle, Michele Salvati, coordinamento di Marco Martorelli. Sul sito www.libertaeguale.it tutte le info.

Segnaliamo inoltre l’articolo Chiedi chi era D’Alema del direttore Marco Martorelli apparso sull’Unità.

Di seguito alcune novità apparse nei giorni scorsi sul sito di Libertàeguale:

Un Gettysburg address per l’Europa – l’editoriale del direttore Marco Martorelli è una riflessione all’indomani degli attentati di Bruxelles sulla consapevolezza della guerra civile che ci sta investendo –a partire dalle parole di Abraham Lincoln – utile per concepire un futuro migliore per l’Europa.

Salvate il soldato Obama – Una riflessione di Alessandro Maran che prende spunto dall’intervista rilasciata da Barack Obama alla rivista The Atlantic: un ritratto straordinario del presidente che spiega le sue decisioni più difficili circa il ruolo dell’America nel mondo.
Reddito minimo e la via italiana all’occupazione – Arriva il reddito minimo per combattere le forme più estreme di povertà, come confermato dal ministro del Lavoro Poletti, un grande passo avanti che va accompagnato da un piano di rilancio economico. Soprattutto al Sud. Ce ne parla Francesco Paolini.

Con la deflazione a rischio la coesione dei paesi Ue- Combattere con tutti i mezzi la deflazione è il passo necessario per non lasciarsi sfuggire quelle deboli possibilità di crescita che stanno emergendo e che se saranno perdute rischiano di avere ripercussioni negative in Europa. Un intervento di Giuseppe De Lucia Lumeno.

Lascia un commento

Archiviato in diario

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...